I gay stranieri si sposano a Barcellona

E alla fine la legge spagnola sul matrimonio per tutti (perché non esiste un "matrimonio gay" e un "matrimonio etero") portò anche nuovo turismo nel paese. Almeno a Barcellona, che sta vivendo un vero e proprio boom per i matrimoni gay i cui contraenti siano stranieri. Lo conferma María del Mar Ortega, giudice del registro civile della capitale catalana.

Ma come fanno gli stranieri a sposarsi a Barcellona? Gli basta prendere un domicilio in Spagna - anche temporaneo - in affitto o presso qualche amico, dopo di che possono chiedere le pubblicazioni e sposarsi. Il matrimonio non avrà valore nel paese d'origine, ma sarà valido e reale in Spagna. E voi che fareste?

  • shares
  • Mail