Una giornata per ricordare le vittime trans

Manuela 37 anni, Valentina 34 anni, Nakia 31 anni, Hasan 34 anni, Tatiana 57 anni, Ruby 27 anni, Victoria... Sono solo alcune delle persone transgender uccise nell'ultimo anno solo a causa della loro sessualità e della loro diversità. Una diversità che piace e atuzzica molti uomini, ma che poi viene negata, rifiutata e cancellata con la violenza. Non è un caso che tante delle vittime siano ritrovate con la testa fracassata o il volto sfigurato.

Quest'anno per la prima volta tutta la comunità lgbt italiana ha deciso di partecipare al Tdor, Transgender gay of remembrance, un evento internazionale (arrivato alla nona edizione) per commemorare le vittime trans, come negli ultimi anni ha sempre fatto l'associazione Crisalide-Azionetrans.

Per tutta la giornata si svolgeranno in diverse città eventi per ricordare le vittime e testimoniare l'impegno contro la violenza e la transfobia. Perché arrivi un giorno in cui non avrà più senso celebrare una giornata del genere.

  • shares
  • Mail