Boy George accusato di sequestro di escort

Vi ricordate quando, lo scorso aprile, un escort aveva accusato Boy George di averlo incatenato e minacciato nelle casa londinese dell’ex frontman dei Culture Club? Ebbene, ora Scotland Yard ha incriminato per sequestro di persona il cantante e dj inglese, che è stato rimesso in libertà su cauzione ma dovrà comparire davanti al magistrato il 22 novembre.

Boy George non è nuovo ai guai giudiziari. Negli anni ‘80 era stato trovato in possesso di sostanze stupefacenti e lo scorso anno la polizia, chiamata da lui stesso per un presunto furto nel suo appartamento newyorkese, trovò della cocaina. Lo sventurato fu accusato di falsa denuncia e costretto a spazzare i marciapiedi della Grande Mela per una settimana.

Fa sempre un certo effetto quando personaggi che hanno scritto canzoni emozionanti si scoprono “cattivi” nella vita quotidiana. Forse è meglio ricordarlo per i brividi che ci ha regalato, come nell'esibizione con Antony and the Johnsons qui postata. Boy George, da gran mondano, frequenta tuttora la club scene londinese e, a quanto dicono fonti informate, non ha la fama di essere un gran simpaticone.

Il 28enne Auden Carlsen, il malcapitato escort in questione, sostiene di essere stato ingaggiato per 400 sterline con il compito di posare per alcune fotografie. La vittima nega di aver offerto a George favori sessuali in cambio di denaro.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: