Luxuria potrà fare da testimone alle nozze della cugina

Ieri siamo stati tra i primi, pochissimi minuti dopo aver ricevuto l'ansa, a scrivere della non possibilità ad essere testimone di nozze di una parente, nella fattispecie cugina, dell'Onorevole Vladimir Luxuria in quanto transgender .

Della vicenda si sono occupate le associazioni di categoria, mamma mia mi sembra di scrivere di lotte sindacali, i tg, i blog, le testate on line, creando un vero polverone.

La sera travolto dalla polemica il Vescovo di Foggia ha ritrattato, ma vi giuro faceva più bella figura a restare sulle sue posizioni, dicendo che Vladimir (lo trovate su tgcom)

potrà tranquillamente fare il testimone di nozze avendo compiuto 18 anni, poiché per la legge, per essere testimone, è sufficiente che una persona sia maggiorenne.

La motivazione è ridicola, magari credeva che non fosse una deputata, ma una rappresentate di classe di Liceo, ma almeno crea un precedente adesso tutti i sacerdoti, vescovi e gerarchie varie che proveranno a intralciare le scelte dei testimoni di una coppia che vuole sposarsi dovranno solo stabilire se ci sono i requisiti di legge ovvero essere maggiorenne e non badare se è il testimone scelto è superdotato, maggiorata, trans, gay, lesbica, divorziata, divorziato,convivente o altro.

Quello che mi fa più schifo, e sottolineo schifo, di tutta questa faccenda è che Vladimir, ma non accuso di certo lei, ha potuto ottenere giustizia perchè è un personaggio pubblico che ricopre un ruolo istituizionale, ma tutte le altre trans e tutti gli altri trans che non lo sono?

Già dopo lo scandalo di Montesilvano Pescara, quando si è autodenunciata, Luxuria ha dichiarato:

non voglio essere privilegiata rispetto ad altre transessuali non famose e non deputate.

Chiedendo pari dignità per tutte le persone trans siano esse FtM o MtF.

Grande Luxuria io sono con te - credo sia palese -

Via Tgcom

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: