La parola ricchione fa discutere al GF inglese

Polemiche made in UK dopo che una concorrente del Grande Fratello inglese ha usato la parola “poof”, corrispondente pressappoco al nostro “ricchione”, nei confronti di un altro partecipante.

L’organo di controllo Ofcom ha liberato Channel 4 dalle accuse di usare due pesi e due misure: un’altra concorrente del GF, infatti, era stata cacciata dalla casa dopo aver pronunciato la parola “nigger”, mentre stavolta non è stata presa alcuna misura. Dire “negro” a una persona di colore, sostiene Ofcom, non è come dire “ricchione” a un ragazzo – tra l’altro eterosessuale.

Tuttavia risulta chiara anche ad Ofcom l’ambiguità di simili linguaggi, poiché spesso non si capisce bene se l’intenzione di chi li utilizza sia denigratoria o scherzosa. Se la concorrente in questione ripeterà quella parola, promettono, verrà richiamata all’ordine.

Personalmente uso le parole “ricchione”, “finocchio”, “frocio” con nonchalance e spesso mi rivolgo affettuosamente a una mia amica di colore chiamandola “brutta negra di merda”. Lei mi conosce e non si offende, anzi ride perché sa che non lo penso davvero. Certo in tv è diverso. Ed è diverso quando a dirlo è un politico o un cameriere...

Finora nei reality italiani sono stati cacciati solo concorrenti che abbiano bestemmiato. Da noi, come al solito, si prendono in considerazione soltanto le offese alla sensibilità religiosa, cioè cattolica. Della sensibilità dei ricchioni non frega niente a nessuno, nonostante si dica sempre che sono tanto sensibili. Mi chiedo cosa sarebbe successo se qualcuno sull’Isola dei famosi avesse chiamato Malgioglio o Cecchi Paone “vecchia frociona sfranta”.

D’altro canto non vorrei vivere nemmeno in un Paese dove non puoi permetterti di chiamare ricchione nessuno, nemmeno se lo fai per gioco, senza sollevare un polverone di scandalo e indignazione. Sono tutti svelti a offendersi e fare le vittime, e mai nessuno che si fa una risata - l'unica arma efficace contro l'ignoranza.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: