Matteo Renzi è per la civil partnership, ma solo per i gay

Matteo Renzi è per la civil partnership, ma solo per i gay

Da Charlotte, North Carolina, dove si trovava per la convention dei democratici americani, Matto Renzi rilascia un'intervista ad Angelo Aquaro di Repubblica.

Tra gli altri argomenti parla del matrimonio gay e dice di preferire le unioni civili ghetto (lui non dice espressamente ghetto, ma civil partnership solo per gli omosessuali, il che vuol dire unioni civili ghetto), e che il vero problema delle nozze gay sono le adozioni.

Matteo Renzi è per la civil partnership, ma solo per i gayEcco uno stralcio dell'intervista:

E per Nichi che vuole sposarsi?
Facciamo la civil partnership: ma solo per gli omosessuali.

Vendola vuole sposarsi e lei lo ghettizza.
Al contrario. Il matrimonio è sacramento o istituto? A noi interessa l’istituto: e creiamone uno che non sia di serie B rispetto al matrimonio.

Pur di non dire: nozze gay.
Il vero problema sono le adozioni…

A proposito di matrimonio come sacramento o istituto, a gennaio scorso, a Max Renzi aveva detto:

Io sono cattolico, ma il matrimonio, parlando da politico, non deve essere considerato un sacramento. Magari lo rimane nel mio cuore, ma sono cavoli miei. Non voglio importi niente. Ma nell’esercizio della tua libertà, voglio che tu sia in grado di prenderti diritti e doveri.

Visto che si trovava a Charlotte e che lui definisce quest'occasione “un'esperienza molto bella”, poteva anche approfittarne per respirare un po' d'aria di uguaglianza...

Via | Giornalettismo
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: