L'Harem tutto maschile del califfo Al-Hakam II

Al-Hakar II

Al-Hakam II divenne califfo di Cordova dopo la morte del padre, il celebre Abd ar-Rahman III. Subito il nuovo principe si distinse per un profondo amore per il sapere e le arti.

La sua biblioteca leggendaria in tutto il mondo allora conosciuto contava migliaia di volumi e persino nella lontana Persia, doveva regnava un’altra dinastia, poeti e letterati affascinati da quella sua fama di squisito mecenate gli dedicavano le loro opere più famose.

Apertamente omosessuale Al-Hakam II (915-976) volle per sé un harem di soli uomini e quando le esigenze dinastiche si fecero sentire e si invocò da più parti un legittimo erede, lo spavaldo califfo non si perse certo d’animo. In quattro e quattr'otto si scelse come concubina la bellissima Subh, imponendole (graziosamente) di indossare abiti esclusivamente maschili.

Non pago, le cambiò poi anche il nome, chiamandola impunemente (ma sempre con affetto) Jafar.

  • shares
  • Mail