L'Unione Europea contro tutte le discriminazioni

C'è un giudice a Berlino! E c'è anche un Parlamento, a Bruxelles e Strasburgo in cui i diritti delle persone lgbt non sono carta straccia.

Così, a pochi anni dalla direttiva del 2000 contro le discriminazioni sul luogo di lavoro (recepita in modo distorto e vergognoso dal governo Berlusconi), la Commissione Europea si prepara a emanare una nuova direttiva che combatterà ogni forma di discriminazione, comprese quelle subite da gay lesbiche bisessuali e transessuali.

Lo hanno annunciato rappresentanti dell'esecutivo continentale, al termine di un conferenza sui diritti umani e la non discriminazione, nell'ambito dell'Anno europeo delle Pari opportunità per tutti.

Ovviamente anche in Italia si plaude all'iniziativa, come fa Arcigay, in attesa di vedere concretamente quali misure saranno richieste ai singoli stati membri. E sperando che nessuno - ora che i gemelli polacchi sono stati mandati a casa - si metta per traverso.

  • shares
  • Mail