Barack Obama ingaggia un predicatore anti gay

Se tempo fa ce la siamo presa con Hilary Clinton, stavolta è il turno dell'altro candidato alla Casa Bianca, Barack Obama.

Il candidato nero ha organizzato una serie di concerti evangelici dove si alternano rock cristiano e letture della bibbia. E fin qui tutto bene. Che lui sia un credente è risaputo. Così come che tenga particolarmente all'elettorato cristiano. La buccia di banana non di poco conto sta nella scelta del protagonista dello show: Donnie McClurkin, un predicatore afroamericano antigay ed ex sostenitore di Bush (la notizia la trovate qui). Stiamo parlando di uno che ha detto:

Essere gay è una malediazione divina e l'omosessualità è causata da molestie, stupri e abusi: parola di ex gay, perchè stuprato dallo zio. Ora che sono stato curato sono convinto che per tutti gli omosessuali ci sia una possibilità di salvezza: Gesù.

La comunità glbt immaginate come ha reagito, tanto che Obama per rimediare ha invitato, per par condicio, un cantante 'afflitto' da omosessualità. Così si crede di aver salvato baracca e burattini ma a nostro avviso ha mostrato di che pasta è fatto. Sarebbe bello vedere finalmente un presidente donna o nero in America. Ma c'è poco di essere orgogliosi di questi due candidati, almeno per gli elettori gay. Triste verità.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: