Repubblica e Chiesa: quell'inchiesta non s'ha da fare

Mentre discetta del manifesto con il neonato gay e degli sgravi fiscali alle famiglie, il segretario di Stato del Vaticano, il cardinal Tarcisio Bertone, trova il tempo per attaccare - senza mai nominarlo - il quotidiano La Repubblica, reo di condurre un'inchiesta in più settimane sui soldi che lo stato italiano versa alla chiesa cattolica.

"Finiamola con questa storia dei finanziamenti alla Chiesa: l'apertura alla fede in Dio porta solo frutti a favore della società. C'è un quotidiano che ogni settimana deve tirare fuori iniziative di questo genere".

Questa la denuncia di sua eccellenza il cardinale, Segretario di Stato, Camerlengo di Santa Romana Chiesa, Arcivescovo emerito di Genova. Un attacco inusitato e sconcertante, visto che proviene dal membro di un governo estero, come sottolinea Ezio Mauro sulla Repubblica di oggi, e che in discussione non ci sono dogmi di fede, ma più banalmente fondi pubblici, in pratica soldi. O forse è per questo che il cardinale è così nervoso?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: