Le associazioni lgbt protestano contro le censure e le mistificazioni della stampa

Mi è appena giunto un comunicato stampa firmato da molte associazioni lgbt che erano insieme a Torino per l'incontro Educare le diversità.

L'oggetto del comunicato è l'ennesima censura ricevuta al le nostre iniziative da parte della stampa e per la precisione questa volta da La Repubblica nell'articolo Quando la piazza da i numeri, purtroppo non pubblicato on line, di cui hanno parlato anche Linus e Nicola durante Deejay chiama Italia.

L'articolo smentisce i numeri che gli organizzatori di qualsiasi manifestazione danno per decretarne il successo dicendo quali effettive capienze hanno le più importanti piazze romane, teatri di queste manifestazioni.

Vi copio un pezzo del comunicato stampa e capirete perchè le associazioni lgbt si sono alterate:

Siamo stufe e stufi di dover subire quotidianamente censure, omissioni e distorsioni da parte dei grandi mass media italiani. In particolare oggi su La Repubblica è apparso un articolo sulla reale capienza delle piazze di Roma, che polemizza con le supposte cifre esagerate che sono fornite dagli organizzatori delle grandi manifestazioni nazionali.

Nelle didascalie che accompagnano le foto di quattro grandi piazze romane si citano gli eventi più svariati, ma naturalmente si censurano due eventi del movimento lgbt. Per quanto riguarda Circo Massimo è cancellato il World Pride del 2000 e per Piazza San Giovanni si cita il Family Day, mentre il Roma Pride 2007 per il giornale non è mai esistito.

Un atteggiamento peraltro evidente fin da subito: il Pride 2007, cui ha partecipato un milione di persone, è scomparso dai media fin da subito. Il Family Day, con un numero minore di partecipanti è, come oggi, costantemente citato.

Non si tratta di sviste o di dimenticanze, perché per entrambi gli eventi tutti i mass media italiani hanno dedicato ampie cronache, anche perché si trattava di manifestazioni imponenti e di grande significato politico.

D’altronde l’atteggiamento non è nuovo e, per quanto riguarda Repubblica, abbiamo segnalato alcune settimane fa alla direzione del giornale il fuorviante continuo accostamento, quando si parla di scandali che colpiscono la gerarchia cattolica, della pedofilia con l’omosessualità.

Agedo, Antagonismo Gay, Arcigay, Arcilesbica, Azione Gay e Lesbica, Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, Circolo Maurice, Circolo Pink, Coordinamento Torino Pride, Crisalide Azione Trans, Facciamo Breccia, Famiglie Arcobaleno, Fuoricampo Lesbian Group, I Ken, Mit.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: