Polonia: via gli omofobi gemelli Kaczynski

Ogni tanto ci vuole una buona notizia. Soprattutto per chiudere in bellezza una giornata pesante. Le news arrivano dalla Polonia, paese bersagliato da una bella dose di omofobia. Il partito Legge e Giustizia, guidato dai gemelli Kaczynski, ha perso le elezioni anticipate. Ad avere la meglio è stato il partito liberale Piattaforma Civica di Donald Tusk con il 43,6% contro il 31,3%.

Lo ricordiamo, il governo Kaczynski (ma questi due poi non vi sembrano usciti da un film dell'orrore?) ha promosso negli ultimi due anni una politica omofobica senza remore. Ha vietato ai professori gay di insegnare, ha messo al bando i teletubbies perchè sospettati di promuovere l'omosessualità ed ha vietato i Gay Pride. Tanto che persino l'Europa li ha richiamati all'ordine. E Varsavia è stata scelta, non a caso, come sede dell'Europride del 2010 proprio per solidarietà ai compagni lgbt vittime dell'omofobia del governo (la notizia la trovate qui e qui).

Buon lavoro al nuovo governo. E congratulazioni all'Europa tutta. Ci sembra un passo avanti. Per tutti.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: