Aurelio Mancuso incontra Prodi


Ieri mattina Aurelio Mancuso, presidente di Arcigay nazionale, ha incontrato Romano Prodi.

Motivo dell'incontro era spiegare le ragioni della manifestazione di sabato 20 ottobre a Roma di cui Aurelio Mancuso insieme a Rossana Praitano è tra i promotori e, ovviamente, la profonda insoddisfazione della comunità per l'operato di questo governo.

Come si legge nell'ansa pubblicata da gaynews.it Mancuso,

accompagnato da Piero Sansonetti, direttore di Liberazione, Gabriele Polo, direttore del Manifesto, Laura Spezia, membro della segreteria della Fiom, e la femminista Bianca Pomeranzi, Mancuso non ha nascosto la preoccupazione espressa da Prodi per una manifestazione che puo' essere male interpretata, con il rischio che diventi un'iniziativa contro il governo.

Gli esponenti del comitato promotore hanno subito ribadito che a scendere in piazza e' una parte della societa' che sostiene il governo' e soprattutto che la manifestazione puo' aiutare lo stesso esecutivo a guardare ad un popolo a cui bisogna dare risposte.

Due sono le questioni poste al presidente del Consiglio: il problema della precarieta' che non e' stato risolto con l'approvazione del protocollo sul welfare e il ritardo sui diritti civili.

Le due cose sono legate - spiega sempre Mancuso - perche' mettono in evidenza una scontentezza generalizzata.

Sabato ilMieli

e tanti militanti di associazioni glbt come Arcigay, I ken, Azione gay e lesbica, MOS e altre sfileranno dietro un carro con i dj di Muccassassina, pieno di palloncini per ogni tematica, che la drag queen Tsunami farà esplodere come un maremoto di ma anche coerenti.

Ci vediamo in piazza sempre al grido di PARITA', DIGNITA', LAICITA'

Via Gaynews.it

  • shares
  • Mail