I gay all'Ikea

Girovando qua e là sui blog gay siamo inciampati qui e abbiamo trovato un post molto gustoso sul rapporto che c'è fra Ikea e la clientela gay.

L'autore del post divide le tipologie di gay che si vedono all'Ikea (azienda notoriamente e apertamente gay friendly, almeno fuori dai confini italiani) in 3 categorie: le sfrante, le maschie, i gay. Ecco un abstract del post, per farvi capire il genere:

Le sfrante si riconoscono per lo sculettamento pronunciato, per il piede da ballerina, per le carezzine lascive, gli sguardi ammiccanti. Camminano portando il carrello come Nicole Kidman ne "La donna perfetta" e in genere acquistano tendine sbrilluccicose e cuscini a forma di cuore. Le maschie sono apparentemente ragazzi etero finché non si sentono parlare e scambiarsi complimenti del tipo "Cretina", "Pazza", "Scema" o "Stupida". I gay si riconoscono dalla tipologia di acquisto: prendono solo elementi decorativi per dare quel tocco di design al loro nido d’amore.

A seguire anche un contributo parodia-video che vale la pena vedere. Facciamo un gioco: da oggi in poi quando andate all'Ikea cercate tra i fiumi di coppie etero tristi (di lui che sbuffa e lei che decide con mammà), queste tipologie di gay. Sarà più divertente (tanto ormai i prodotti li conoscete a memoria)... Oppure potreste provare a rifare il filmato in questione. Compreso il nudo integrale, ovvio. Ringraziamo per lo spunto Gay Social Blog.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: