Sì della Corte europea alla pensione gay

Anche gay e lesbiche hanno diritto alla pensione di reversibilità. Qui lo sosteniamo da anni, ma adesso arriva anche un autorevole sostegno a questa tesi dal Lussemburgo, dove uno degli Avvocati generali della Corte di giustizia europea ha chiesto di equiparare anche gay e lesbiche al regime di reversibilità.

Ovviamente in nome dell'uguaglianza dei diritti e della non discriminazione sembra quasi scontato che il sopravvissuto di una coppia di lunga data abbia diritto all'assegno mensile, indipendentemente dal sesso dei due componenti. Eppure in Italia è spuntato subito qualcuno - in questo caso un oscuro costituzionalista, tale Filippo Vari - pronto a denunciare il tentativo europeo di "minare la famiglia" e violare l'articolo 29 della Costituzione.

Protestate, protestate pure - cari reazionari - ma presto o tardi tutto cambierà.

  • shares
  • Mail