La Iervolino in piazza con gay lesbiche e trans

C'era anche il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, ieri pomeriggio in piazza a manifestare contro la camorra e in difesa dei diritti di gay lesbiche bisex e transgender, nella manifestazione organizzata in risposta ai recenti attacchi violenti contro gruppi di giovani gay.

Che notizia! può esclamare qualcuno: un sindaco che scende in piazza a fianco dei suoi cittadini. Che c'è di strano? Eppure siamo in Italia e qui il gesto della Iervolino (ce ne fossero di più come nei nel futuro Pd) fa notizia e, per qualcuno, anche scalpore.

Prima della manifestazione - cui il Comune di Napoli aveva già dato il proprio sostegno - Sandra Lonardo (presidente del Consiglio regionale campano e moglie del ministro Mastella) aveva tuonato: mai la Iervolino vada in piazza. «Io non scenderei mai in piazza con associazioni gay o lesbiche». «Il sindaco si è detta disposta anche a scendere in piazza? Non ne vedo la necessità. Mi dispiace - ha aggiunto la Lonardo - che parte del mondo cattolico scelga di aderire a queste iniziative».

Per tutta risposta il sindaco Iervolino non solo è andata in piazza e ha marciato in testa al corteo, ma ha anche spiegato:

“È anormale chi non partecipa ad iniziative come questa. Quello che chiedono questi ragazzi ha proseguito il sindaco, è sicurezza e rispetto dei propri diritti. Il comune in questo senso farà quello che deve fare”.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: