Hugo Chavez gay? Lui smentisce con stile

Può piacere o non piacere; unisce il populismo sudamericano, vagamente berlusconoide e accentratore, alla retorica terzomondistra e di stampo marxista; ha ridotto gli spazi di libertà in Venezuela e ha redistribuito un po' (pochino, per la verità) di benessere alle masse popolari derelitte, che infatti lo adorano e lo votano con entusiamo. Ma che fosse gay, poi, chi se lo immaginava?

C'è un sottofondo di omofobia nella rivelazione (un vero e proprio outing) che un editorialista del Mundo (quotidiano spagnolo conservatore) ha pubblicato a proposito del presidente venezuelano Hugo Chavez (in foto con Fidel Castro). Chavez è gay o almeno così si trova scritto su Internet, è la tesi di Luis Maria Anson.

Poca o nulla omofobia - ma una buona dose di maschilismo - invece nella risposta di Chavez:

Non ho nulla contro gli omosessuali, dal momento che rispetto qualunque condizione umana. Però mi considero sufficientemente maschio da poter polverizzare ogni accusa in questo senso.

Alla fine, è un buon esempio quello offerto dal presidente "padre-padrone" del Venezuela. Chissà che ne pensano i gay di quel paese...

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: