La scomparsa di Ester Tusquets

Ester Tusquets

Nei giorni scorsi è scomparsa anche la spagnola Ester Tusquets (1936-2012), autrice di primissimo piano che scrisse a fondo e a lungo sulla donna, sulla sua autonomia sessuale e sui limiti e le possibilità del rapporto lesbico.

Nata a Barcellona in una famiglia dell’alta borghesia, la Tusquetes studiò filosofia, letteratura e storia, ma la sua vera passione oltre alla scrittura fu il mondo dell’editoria. Grazie al suo acume e lungimiranza artistica, la casa editrice Lumen, ereditata dalla famiglia e che fino ad allora aveva pubblicato solo saggi e opuscoli religiosi, divenne, sotto la sua direzione, una fucina di squisiti talenti.

Una piccola rivoluzione la sua che portò però a una grande rinascita. Lo stile della Tusquets, un flusso di coscienza che avanza e sospinge il racconto fino nell’angolo più buio e smarrito del cuore e della mente, ci ricorda ora Marcel Proust, ora Virginia Wool, così è impossibile non ricordare a volo in questo breve post i suoi due libri forse più belli: Lo stesso mare di ogni estate (La Tartaruga) e Arenata dopo l’ultimo naufragio (Feltrinelli).

  • shares
  • Mail