On the road, riecco il lato gay di Kerouac

Chi di noi non ha ancora letto Sulla strada (On the road), il capolavoro beat di Jack Kerouac farebbe bene a recuperare in fretta e immergersi in quelle pagine fitte di novità e rivoluzione. Adesso, però, avrebbe a disposizione una nuova versione, quella originale, del romanzo simbolo della beat generation. Una versione molto più gay di quella che conosciamo finora.

Per ottenere la pubblicazione ed evitare l'occhiuta censura del maccartismo, lo scrittore americano di origine canadese dovette cambiare tutti i nomi (che si riferivano a persone realmente esistenti), ripulire il linguaggio dal gergo della strada e sopratutto tagliare episodi e descrizioni legati al sesso, in particolare al sesso gay che occupava uno spazio molto più rilevante nella stesura originaria, ora edita come On the road. The Original Scroll.

Fu lo stesso Kerouac a tagliare e rendere pubblicabile il suo scritto, ma ora potremo leggere il romanzo che doveva essere e che non poteva circolare in un'epoca di bigottismo come gli Stati Uniti degli anni 50.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: