Svizzera, il 63% dei cittadini ha deciso: l'omofobia sarà punita come il razzismo

I cittadini svizzeri si sono espressi: le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale saranno equiparate penalmente a quelle a sfondo razzista. Col 63,1% dei voti a favore il referendum è stato un trionfo per la civiltà e dovrà servire da esempio a quei Paesi europei che tardano a muoversi contro l'omofobia, a cominciare dall'Italia.

1.413,609 di cittadini hanno deciso per l'approvazione della legge che tratterà l'omofobia come il razzismo in sede penale, mentre solo 827.361 cittadini (il 36,9% del totale) si è recata ai seggi per votare contro la modifica del codice penale.

Massima soddisfazione da parte delle associazioni LGBT locali, a cominciare dalla Croce Rosa: "Il risultato dimostra un forte segnale di accettazione per le lesbiche, i gay e i bisessuali. Dopo questo Sì la comunità LGBTI sfrutterà il momento per chiedere il matrimonio egualitario".

  • shares
  • Mail