Australia, approvato l’intervento chirurgico per una bambina intersex di 5 anni

bandiera-lgbt.jpg

Un tribunale australiano si è espresso sulla richiesta di una coppia di genitori di sottoporre la propria figlia intersex di 5 anni all’intervento di rimozione delle gonadi, un passaggio fondamentale che permetterà alla bimba, nata in un corpo maschile, di crescere in un corpo femminile.

La piccola era nata con caratteristiche sessuali non definibili come esclusivamente maschili o femminili - aveva le gonadi e nessun organo riproduttivo femminile - e fin dai primi anni si è sempre identificata nel genere femminile. La sua famiglia, lo scrive la stampa locale, si è subito mossa per chiedere a un tribunale di autorizzare l’intervento per la rimozione delle gonadi.

Grazie anche alla testimonianza di medici esperti sull’argomento, secondo i quali la rimozione delle gonadi metterebbe al sicuro la piccola Carla da futuri tumori, i giudici hanno stabilito che la famiglia della bimba non ha bisogno di alcuna autorizzazione di un tribunale per procedere con l’intervento.

La sentenza è stata emessa nel gennaio scorso, ma solo ora la notizia è stata comunicata alla stampa. Il giudice Colin Forrest ha spiegato:

Credo che il trattamento medico proposto sia necessario per trattare in modo appropriato e proporzionato un malfunzionamento genetico che, se non affrontato, potrebbe portare a un reale rischio nella salute fisica ed emotiva della bambina.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail