Orlando, il Pulse diventerà un memoriale permanente

Il Pulse, il locale LGBT di Orlando divenuto tristemente noto in tutto il Mondo per il massacro nel 12 giugno scorso in cui persero la vita 49 persone, diventerà un memoriale permanente di cui si occuperà la stessa amministrazione cittadina.

La città di Orlando, infatti, ha appena annunciato di aver acquistato la proprietà per 2,25 milioni di dollari proprio con l’intenzione di trasformare quel luogo per creare qualcosa che onori la memoria delle persone che vi hanno perso la vita, uccise dal 29enne Omar Mateen in quello che è stata la strage più grave negli Stati Uniti dopo l’11 settembre 2001.

A riferirlo è stato il sindaco Buddy Dyer all’Orlando Sentinel:

Ci sono molte persone che fanno una visita lì come parte della loro esperienza di Orlando, per cui credo che lasciarlo così per i prossimi 12-18 mesi sia appropriato.

La struttura, quindi, non subirà modifiche per questo primo periodo, ma il primo cittadino è già alla ricerca di idee e suggerimenti per trasformare quel locale in un memoriale, anche se si sta valutando di lasciarne intatta almeno una parte.

Lo scopo, per stessa ammissione di Dyer, sarà quello di “onorare le persone che sono morte e quelle rimaste ferite e di trasformarlo in un testamento della resilienza della nostra comunità”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail