UK, barbiere nega taglio di capelli a giovane transgender: “Non sappiamo se sei uomo o donna”

sam-vella.jpg

L’omofobia continua ad essere molto forte anche nei Paesi che hanno già fatto tanto per i diritti delle persone LGBT, come l’Inghilterra, e lo dimostrano piccoli episodi come quello di cui danno conto oggi i quotidiani locali.

Siamo a Manchester, dove un adolescente di 16 anni, Sam Vella, si è visto cacciare insieme a sua madre da un barbiere nel quartiere di Clayton che si è rifiutato di tagliargli i capelli perché confuso dalla sua identità di genere.

É accaduto sabato scorso, ma solo oggi il caso sta montano sulla stampa britannica. Il giovanissimo, nato in un corpo femminile e ormai da mesi impegnato di un delicato percorso di transizione, si era recato presso il Village Barbers insieme alla madre per farsi dare una spuntata ai capelli, ma al suo arrivo nel locale si è visto rifiutare il servizio.

A descrivere quanto accaduto è stata la madre del giovane:

I suoi capelli erano già molto corti e voleva soltanto una spuntata laterale, era un taglio da uomo. Ci hanno detto che non tagliavano i capelli alle ragazze e io all’inizio pensavo si riferissero a me, poi ho capito che parlavano di Sam. Continuava a dire che lì non tagliavano i capelli alle ragazze. Gli abbiamo spiegato che Sam e un ragazzo, ma hanno detto che non erano sicuri di “cosa fosse Sam”. Poi ha gridato e ci ha invitato ad uscire sbattendoci la porta in faccia.

Sam ha aggiunto:

Continuavano a dirmi che siccome indossavo lo smalto ero una ragazza e poi dicevano che non sapevano cosa fossi. Mi sono sentito umiliato e imbarazzato.

Lo staff del negozio, interpellato dalla stampa britannica, ha preferito non commentare quanto accaduto.

Via | Manchester Evening News
Foto | Facebook

  • shares
  • Mail