Rupert Everett: “Volevo essere donna, grazie al cielo non ho cambiato sesso”

Rupert Everett, sparito da anni dalla scena mainstream, ci ha da sempre abituato a dichiarazioni fuori dalla righe, non condivisibili e spesso pronunciate senza cognizione di causa. L’ultima intervista, concessa ieri all’edizione domenicale del Times, non ha fatto alcuna eccezione.

L’attore inglese, da anni gay dichiarato, ha approfittato dell’occasione per mettere in guardia i giovanissimi dalle operazioni per la riassegnazione di genere e criticare chi, come Caitlyn Jenner, ha intrapreso quel lungo e spesso faticoso percorso.

Everett, 57 anni, ha raccontato che da piccolo voleva essere una bambina e che dai 6 ai 14 anni si è vestito esclusivamente con abiti femminili. Per lui, però, si è trattato di una fase passeggera e all’età di 15 anni ha deciso di trovarsi a suo agio nel corpo maschile in cui era nato:

Grazie a Dio a quell’epoca le cose erano diverse perché adesso sarei una donna e sarei sotto ormoni. Dopo i 15 anni non ho mai più desiderato di essere donna.

Questa sua esperienza assolutamente personale sembra aver dato all’attore inglese, sempre più appassionato di botox, il diritto di lanciare opinioni e fare critiche al limite dell’omofobia. Parlando di Caitlyn Jenner, infatti, Everett si è detto convinto che abbia fatto un errore e che non abbia alcuna idea di cosa voglia dire essere transessuale:

Non credo che sia una donna. É un uomo travestito.

Più in generale, a proposito degli ormoni, l’attore ha fornito la propria opinione:

É bello poter esprimere se stessi, ma prendere gli ormoni quando si è molto giovani è un passo molto grande. Credo che molti bambini abbiano una certa ambivalenza sul proprio genere e dovrebbe esserci un modo affinché riescano ad abbracciare tale ambivalenza.

Rupert Everett ha sempre dichiarato di esser stato penalizzato in ambito lavorativo dall’aver fatto coming out, ma forse alla luce di queste ennesime dichiarazioni è lecito pensare che ad averlo penalizzato e fatto finire ad un passo dal dimenticatoio siano state le sue visioni tutt’alto che aperte e lungimiranti.

Via | Sunday Times

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail