Sergio Lo Giudice entra nel Partito democratico

Scelta controcorrente per Sergio Lo Giudice, da qualche settimana sostuito alla presidenza di Arcigay da Aurelio Mancuso. Al contrario di molte figure del movimento lgbt, che da posizioni vicine ai Ds sono passati con Sinistra democratica o con il Psi in ricostruzione, Lo Giudice aderirà al Partito democratico.

Lo ha annunciato lui stesso con un lungo intervento al quotidiano L'Unità, in cui richiama le parole di Walter Veltroni da Torino, quando per la prima volta un leader politico italiano ha fatto riferimento all'omofobia come uno dei mali da combattere.

Una decisione non facile e certamente ponderata per il 2° presidente onorario di Arcigay che nell'ultimo scorcio della sua presidenza ha preso posizioni coraggiose e di scontro anche frontale con il suo partito, i Ds. È normale che molti attivisti lgbt siano usciti dal Pd, ma forse è bene che qualcuno come lui ci rimanga: chissà che non riesca a difendere da dentro le nostre ragioni.

In bocca al lupo a lui e al movimento.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: