Charlie Carver di Teen Wolf fa coming out su Instagram

Charlie Carver, attore statunitense noto al grande pubblico per la sua partecipazione alle serie tv Desperate Housewives e Teen Wolf, ha fatto coming out su Instagram aprendo il cuore ai suoi fan e raccontando, con un lungo post diviso in cinque parti, le vicende che l’hanno portato a dichiarare la propria omosessualità e le difficoltà che ha dovuto affrontare dopo aver capito di essere gay.

Dire quelle tre parole ad alta voce. “Io sono gay”. Le ho dette prima a me stesso, per vedere come suonavano. Suonavano reali e mi sono odiato per questo. Avevo 12 anni. Ci sono voluti anni prima che potessi ripeterle a qualcun altro, nel frattempo continuavo a ripetermele in bocca fino a quando non mi sono sentito sicuro di farle uscire nuovamente, stavolta con la mia famiglia.

Carver, classe 1988, ha spiegato di aver trovato grande supporto nella sua famiglia e di aver atteso fino a questo momento per fare pubblicamente coming out perchè non voleva essere definito dalla sua sessualità. Pur non volendo essere identificato soltanto come un ragazzo gay, il giovanissimo ha spiegato di come, da adolescente, un coming out da Hollywood di qualcuno della sua età avrebbe fatto la differenza.

Pt 1: “Be who you needed when you were younger”. About a year ago, I saw this photo while casually scrolling through my Instagram one morning. I’m not one for inspirational quotes, particularly ones attributed to “Mx Anonymous”- something mean in me rebukes the pithiness of proverbs, choosing to judge them as trite instead of possibly-generally-wise, resonant, or helpful. And in the case of the good ol’ Anonymous kind, I felt that there was something to be said for the missing context. Who wrote or said the damn words? Why? And to/for who in particular? Nonetheless, I screen-capped the picture and saved it. It struck me for some reason, finding itself likeable enough to join the ranks of the “favorites” album on my phone. I’d see it there almost daily, a small version of it next to my other “favorites”; I’d see it every time I checked into the gym, pulled up a picture of my insurance cards, my driver’s license.... Important Documents. And over the course of about-a-year, it became clear why the inspirational photo had called out to me. As a young boy, I knew I wanted to be an actor. I knew I wanted to be a lot of things! I thought I wanted to be a painter, a soccer player, a stegosaurus... But the acting thing stuck. It was around that age that I also knew, however abstractly, that I was different from some of the other boys in my grade. Over time, this abstract “knowing” grew and articulated itself through a painful gestation marked by feelings of despair and alienation, ending in a climax of saying three words out loud: “I am gay”. I said them to myself at first, to see how they felt. They rang true, and I hated myself for them. I was twelve. It would take me a few years before I could repeat them to anyone else, in the meantime turning the phrase over and over in my mouth until I felt comfortable and sure enough to let the words pour out again, this time to my family...

Una foto pubblicata da Charlie Carver (@charliecarver) in data:


E per questo l’immagine che ha accompagnato il coming out è “Be who you needed when you were younger”:

Da giovane avevo bisogno di qualcuno di giovane ad Hollywood che dicesse queste parole. E ora lo devo a me stesso, voglio essere ciò di cui avevo bisogno quando ero più giovane.

Questo per dire che in questo periodo storico l’importanza di un coming out è ancora molta: se anche una sola persona, dopo le parole di questo giovane attore, troverà la forza di accettare la propria sessualità e di abbracciarla senza alcun timore, il Mondo avrà fatto un piccolo passo avanti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail