Carlo Giovanardi contro lo spot natalizio di Disney Junior

Carlo Giovanardi non ha digerito lo spot natalizio di Disney Junior e ha perso un'altra buona occasione per tacere.

Carlo Giovanardi continua a cogliere ogni occasione che gli si para davanti per portare avanti le sue convinzioni omofobe. Ormai lo sappiamo, ne abbiamo scritto a più riprese e per quanto possibile cerchiamo di non dare spazio in queste pagine ai suoi sfoghi.

L’ultimo, però, merita di essere raccontato non tanto per l’ennesima invettiva omofoba diffusa da Giovanardi, quanto per la totale assenza di risposta da parte di Sky e Mediaset Premium, che in questo periodo di festa stanno mandando un onda un bellissimo spot che alterna immagini da Frozen, lungometraggio della Disney uscito ormai due anni fa, a quelle di famiglie reali con bambini.

Tra queste famiglie c’è anche una coppia di papà col loro figlio, in rappresentanza delle tantissime famiglie arcobaleno che vivono in Italia. Apriti cielo. Giovanardi, supportato da Eugenia Roccella, giornalista e politica fuggita dal Nuovo Centrodestra insieme allo stesso Giovanardi, ha tuonato:

Abbiamo chiesto a Sky e Mediaset di far cessare la messa in onda sui loro canali Disney Junior di uno spot dal titolo: “Buone Feste dalla famiglia Frozen” intramezzato a cartoni animati, con immagini che mostrano famiglie di tutti i tipi, comprese quelle composte da due uomini che vengono presentati con un bambino in braccio (figlio di chi? dov’è la mamma?)

E, ancora:

Si tratta di un modo vigliacco di proporre, a un pubblico di bambini dai due anni in su, una visione unilaterale ed ideologica contraria alla Costituzione vigente in Italia che distingue nettamente fra famiglia, che è unicamente la società naturale fra uomo e donna – di cui all’art. 29 della Costituzione – e formazioni sociali – di cui all’art. 2 –, che comprendono anche le coppie omosessuali. Non a caso i siti gay esultano nell’esaltare questa idea ‘brillante’, che punta ad ‘educare’ i più piccoli alla idea di amore assoluto, educare che nei regimi totalitari, come ha denunciato Papa Francesco, si chiamava piuttosto ‘indottrinare’.

Lo spot è ancora in onda e sarà trasmesso con ogni probabilità fino al prossimo 6 gennaio, giorno dell’Epifania. Lo sfogo di Giovanardi non ha avuto alcun seguito e, col 2016 appena iniziato e l’Italia pronta a raggiungere gli altri Paesi dell’Europa occidentale sul fronte dei diritti civili, siamo certi che dichiarazioni come questa avranno sempre meno peso e valore.

disney-junior-spot.jpg

  • shares
  • Mail