La Francia riconosce il genere neutro: primo caso in Europa

documento-genere.jpg

Per la prima volta in Europa un giudice francese ha riconosciuto una persona come di genere neutro, autorizzando così il cambio anche sui documenti ufficiali. É accaduto il 20 agosto scorso, ma la notizia è stata diffusa soltanto ora e con le dovute censure per non permettere l’identificazione della persona coinvolta.

Sappiamo solo che si tratta di una persona di 64 anni originaria di Tours, nel centro della Francia, costretta per tutta la vita ad essere identificata come maschio. É la stampa locale a spiegare come questa persona, a tutti gli effetti intersessuale, sia nata con una “vagina rudimentale”, un “micro-pene” e senza testicoli. I medici, al momento della nascita, indicarono il neonato come di sesso maschile e per 64 anni è quello che i documenti hanno indicato.

Da adolescente ho capito che non ero un ragazzo. Non avevo barba, i miei muscoli non si rafforzavano. Al tempo stesso pensare che potessi diventare una donna mi era impossibile. Bastava guardarsi allo specchio per capirlo.

I giudici hanno preso atto della situazione e stabilito che “il certificato del signor X, che per gli ultimi 65 anni è stato considerato come di genere maschile, sia rettificato e includa uno stato neutrale”. Nella sentenza, lo scrive la stampa locale, si legge:

Non si tratta di riconoscere l'esistenza di un 'terzo sesso' ma di prendere atto dell'impossibilità di indicare l'interessato come di questo o di quell'altro sesso.

diritti-lgbt.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail