Coppie gay, per il 74% degli italiani devono essere riconosciute

Ecco cosa rivela l'ultimo sondaggio condotto da IPSOS per il Corriere Della Sera.

diritti-lgbt.jpg

Nei giorni in cui la Chiesa sta discutendo di famiglia e matrimonio e il Governo fa piccoli passi in avanti per il riconoscimento delle unioni civili, il Corriere Della Sera pubblica i risultati dell’ultimo sondaggio condotto da IPSOS che conferma, tra le altre cose, come ben il 74% degli italiani si è detto favorevole al riconoscimento di coppie formate da persone dello stesso sesso.

Questo 74% include chi è favorevole alle unioni civili e chi supporta invece il matrimonio egualitario. Il 22% degli intervistati, invece, si è detto contrario alle due soluzioni proposte.

Il 54% degli italiani, inoltre, sostiene che la legislazione attuale sia arretrata sul fronte delle coppie di fatto, indipendentemente dal sesso dei loro componenti, ma c’è comunque uno zoccolo duro - il 14% degli intervistati - che è convinto dell’esatto contrario, vale a dire che la legislazione italiana sia troppo permissiva.

Nando Pagnoncelli, direttore di IPSOS e firma dell’articolo pubblicato oggi sul quotidiano, spiega che la percezione di arretratezza è più forte tra gli elettori del PD e di M5S, ma questo non è affatto una sorpresa visti i valori in cui si riconoscono gli elettori più a destra.

Gli italiani, insomma, sono più che pronti a questo doveroso cambiamento, al di là di quello che vogliono farci credere i gruppi cattolici più integralisti. Ora, se il Governo riuscisse a mantenere le promesse e rispettare le scadenze annunciate, a breve assisteremo finalmente a questo passo in avanti e anche i più restii al cambiamento non potranno far altro che adeguarsi alle disposizioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail