Apollo, il dio più gay dell' Olimpo

Amori tutti intensi ed appassionati quelli vissuti da Apollo, dio dell' Armonia, della luce e delle Arti.

Con un po’ di colore ed ironia qualcuno ha definito Apollo il dio più gay dell’ Olimpo. I suoi amori affocati per giovani bellissimi e a volte sfuggenti hanno ispirato (ed in alcuni casi letteralmente infiammato) le fantasie di importanti poeti ed artisti, non ultimo il nostro Benvenuto Cellini. Dalla passione per l’irresistibile e sfortunato Giacinto, amato anche da Zefiro, dio del vento dell'Ovest, a quello per il giovane cacciatore Ciparisso (proprio a lui dobbiamo il nome del malinconico cipresso), la vita sentimentale della celebre divinità greca è costellata da amori accecanti ma non sempre ahimè fortunati.

Öèôðîâàÿ ðåïðîäóêöèÿ íàõîäèòñÿ â èíòåðíåò-ìóçåå Gallerix.ru

Il povero Giacinto infatti, conteso tra i due potentissimi dei, verrà colpito a morte da un disco lanciato da Apollo ed a cui Zefiro, divorato dalla gelosia, cambierà traiettoria, causando così la dipartita del bellissimo principe. La scena finale di questo grande amore dalle tinte drammatiche ci mostra un Apollo affranto che, dopo aver inutilmente tentato di salvare il giovane, trasforma Giacinto in un delicatissimo fiore.

  • shares
  • Mail