USA 2016, Hillary Clinton: “Metterò fine alle discriminazioni contro gay, lesbiche e transessuali”

Hillary Clinton prende nuovamente una posizione netta in favore dei diritti LGBT.

hillary-clinton.jpg

Hillary Rodham Clinton sembra davvero intenzionata a portarsi a casa i voti della comunità LGBT se riuscirà a diventare il candidato per i democratici alla corsa alla Casa Bianca nel 2016.

L’ex Segretario di Stato degli Stati Uniti ha preso ieri una posizione netta a favore dei diritti di gay, lesbiche e transessuali, promettendo che la fine delle discriminazioni nei loro confronti sarà uno dei pilastri centrali della sua amministrazione, se ovviamente riuscirà a vincere le elezioni.

Vedo le ingiustizie e pericoli che voi e le vostre famiglie dovete ancora affrontare. Mi impegnerò per i diritti fondamentali LGBT per gli americani. Questa è una promessa da una HRC a un altra.

Quell’HRC sta ovviamente per Hillary Rodham Clinton e per la Human Rights Campaign, che ha invitato la candidata alla Presidenza USA all’incontro annuale degli attivisti LGBT. Con queste affermazioni sembra ufficialmente conclusa la transizione di Clinton da oppositrice delle unioni tra persone dello stesso sesso - parliamo di vent’anni fa, quando era First Lady gli Stati Uniti - a paladina dei diritti LGBT, da tempo al centro della sua campagna politica.

  • shares
  • Mail