Il coming out di Itzik Shmuli, deputato israeliano

Itzik Shmuli

L’aggressione avvenuta durante il Gay Pride di Gerusalemme ha avuto una forte eco mediatica, tanto all’interno quanto all’esterno. Scosso da quanto accaduto Itzik Shmuli, deputato per l’Unione Sionista, ha fatto pubblicamente coming out dalle colonne del giornale Yedioth Ahronoth. Ha detto il deputato:

Non è più tempo di rimanere in silenzio, perché il coltello si è sollevato contro l’intera comunità, la mia comunità. Sappiamo che non si fermerà qui, ed è il momento di combattere quest’enorme oscurità. Questo attacco terribile, che ancora una volta avviene nella “città di Dio” è un attacco contro tutti noi. Contro il diritto di essere diversi, di fare le proprie scelte e di accettare le differenze e includere gli altri.

Secondo Shimuli quanto l’accoltellamento avvenuto durante il Pride di Gerusalemme è sintomatica, in quanto si

sta perdendo ogni forma di compassione nei confronti delle persone, sta perdendo la capacità di accettare gli altri. Esiste una profonda connessione tra quelli che mettono le sirene di fronte ad un rifugio per bambini autistici, sperando che vadano via, con chi decide di accoltellare qualcuno solo perché desidera vivere secondo la propria coscienza e i propri desideri.

Via | LezPop
Foto | By idobi (Own work) [GFDL or CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

  • shares
  • Mail