Gay Pride di Napoli, Cagliari, Catania e Bassano

Gay Pride Napoli 2012

Napoli Pride 2012 con orgoglio noi che siamo tra i primi ad aver istituito il registro delle unioni civili.

Scrive così Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, sul suo profilo Facebook. E accompagna la frase con una sua foto scattata durante il Napoli Pride di ieri. Madrina dell'evento è stata Ornella Muti, che ha detto:

Non c'è diversità. I miei fratelli sono gay, mi amano, mi aiutano, quindi restituisco ciò che mi è stato regalato.

Gay Pride Napoli 2012
Gay Pride Napoli 2012
Gay Pride Napoli 2012

Gay Pride Napoli 2012
Gay Pride Napoli 2012
Gay Pride Napoli 2012

Insieme alla madrina e al sindaco altri volti celebri hanno sfilato al gay pride di Napoli, tra di loro Vladimir Luxuria e Fabio Canino.

Tra i cartelli da notare quelli esposti dalle madri di figli gay: “Etero o gay, sono tutti figli miei”.

Successo anche per il gay pride di Cagliari: il primo pride in terra sarda ha raccolto oltre duemila persone che hanno sfilato, accompagnati dalla musica di Madonna e di Raffaella Carrà, per chiedere i diritti per tutti. A capo del corteo il sindaco di Cagliari Massimo Zeddda.

Gay Pride Catania 2012
Gay Pride Catania 2012
Gay Pride Catania 2012
Gay Pride Catania 2012

Il Catania Pride 2012 ha visto la partecipazione di diversi gruppi politici (il PD con il segretario provinciale Luca Spataro, e l'adesione di SeL, IdV e Rifondazione Comunista). Di origini catanesi è Paolo Patanè, presidente nazionale di Arcigay, che così ha parlato della manifestazione siciliana:

Per la comunità omosessuale è l'appuntamento più antico. A Catania si organizza il Pride dal 1994, una continuità difficile da trovare in altre città d'Italia.

Un Grazie Bassano è l'immagine di copertina che il Circolo Tondelli di Bassano ha messo sul proprio profilo Facebook per ringraziare tutti i partecipanti al Pride di Bassano che è stato un forte segnale per tutti.

Gay Pride Catania 2012
Gay Pride Catania 2012
Gay Pride Catania 2012
Gay Pride Catania 2012

Dopo le polemiche iniziali – relative al passaggio sul Ponte degli Alpini – la manifestazione si è avuta, anche se con qualche momento di tensione, per via di gruppi di estrema destra che hanno esposto striscioni con la scritta: Famiglia e tradizione contro la vostra perversione. No al gay pride proprio mentre i manifestanti passavano nei pressi del celebre ponte.

Tra i partecipanti al Bassano Pride da notare:

Il segretario provinciale di Rifondazione Comunista Giuliano Ezzelini Storti, che ha fatto la naja negli alpini, sfila - come promesso - col suo cappello con la penna nera del 7° Reggimento.

Gay Pride Bassano 2012
Gay Pride Bassano 2012
Gay Pride Bassano 2012
Gay Pride Bassano 2012

Foto | © TM News - Repubblica - Facebook

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: