“Il tuo giardino è insorabilmente gay”: l'omofobia sempre più ridicola

Relentlessly Gay

Immagina di avere una casetta con giardino annesso e che tu di diverta ad abbellirlo come meglio credi: per esempio, ti piacciono i colori della bandiera gay e così decori il tuo giardino con questi motivi. Poi immagina che un giorno ti arrivi una lettera da parte dei vicini di casa che ti invitano a eliminare gli elementi gay dal tuo giardino perché vivi in una zona cristiana e tutto questo crea loro disagio: e se non fai ti denunceranno alla polizia.

Ecco, tutto questo è successo – nella realtà e non nell’immaginazione – a Baltimora, USA: Julia Baker si è vista recapitare quella lettera e ha deciso di fare esattamente il contrario e cioè rendere il suo giardino ancora “più gay”. E per farlo ha lanciato anche una campagna di crowdfunding così tutti possano contribuire alla “gayzzazione” del suo giardino. Ha commentato la signora:

In parole povere, io sono una vedova e madre di quattro figli, il più giovane è al liceo e non voglio cedere all'odio. Darò battaglia a colpi di stravaganza e avvolgerò la mia casa, il mio cortile e la mia famiglia di bellezza, risate e amore.

Julie ora, grazie all’omofobia dei suoi vicini, probabilmente avrà la casa “più omosessuale” di tutta Baltimora.

Via | PinkNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: