La Camera approva mozione per impegnare il governo sulle unioni civili

Una coppia gay

Con 204 voti favorevoli, 83 contrari e 98 astenuti la Camera ha approvato la mozione presentata da alcuni deputati del PD per impegnare il governo a “intervenire per favorire l'approvazione di una legge sulle unioni civili, con particolare riguardo alla condizione delle persone dello stesso sesso”. Nella mozione si dice, tra l’altro, che “alla luce dell'evoluzione del quadro giurisprudenziale e della disomogenea interpretazione della normativa vigente in materia di registro dello stato civile” il governo si deve impegnare “ad adottare le misure necessarie per garantire un eguale trattamento delle medesime situazioni su tutto il territorio nazionale”.

Paradossalmente, per tutta quella serie di precari equilibri che tengono in piedi il governo, è stata bocciata l’iniziativa di SEL per ritirare la circolare del ministro Angelino Alfano che vieta la trascrizione in Italia dei matrimoni ugualitari celebrati all’estero.

Quindi, riassumendo: la Camera fa impegnare il governo per l’approvazione di una legge sulle unioni civili ma, allo stesso tempo, dice che discriminare le coppie same-sex regolarmente sposate all’estero va bene. Ah, l’Italia!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: