Evangelici chiedono perdono ai gay per l'omofobia della chiesa

Gesù cura la lesbofobia e l'omofobia

 

Il Pride di San Paolo del Brasile è stato un successo non solo per gli oltre due milioni di persone che sono scese in piazza per chiedere parità di diritti per tutti, ma anche per altri aspetti. Tra gli altri segnaliamo che diverse persone di fede evangelica hanno partecipato alla sfilata per chiedere perdono a lesbiche, gay, bisessuali e transessuali per come le loro chiese, in genere, li trattano, vale a dire con atteggiamenti omofobi e parole molto dure di condanna.

Gesù ama tutti, indipendentemente dall’orientamento sessuale, il credo o la razza”, ha affermato il pastore José Rounique, della Comunità Evangelica Famiglia Apostolica del Signore. Attorno a lui diversi suoi correligionari che mostravano cartelli con su scritto “Gesù cura l’omofobia” e “Gesù cura la lesbofobia”: messaggi importanti, soprattutto se si tengono in considerazione i numerosi strali che i pastori evangelici (ma anche quelli cattolici!) sono soliti lanciare nei confronti delle persone LGBT.

Via | Ragap

  • shares
  • Mail