Russia: il politico omofobo è gay

Prepariamoci ad un’estate scandita dai nomi di probabili omosessuali, fatti da alcuni celebri gay. Mentre in Italia si attende il libro di Franco Grillini, scritto con l’aiuto del giornalista Claudio Sabetti Fioretti, in Russia Nicolas Alexeyev durante un programma televisivo ha dichiarato che Alexander Chuev (politico conservatore e omofobo) preferirebbe la compagnia dei boys piuttosto che delle girls.

Diplomatico come pochi, l’esponente politico ha fatto sapere che oltre alla querela l’organizzatore dei Pride moscoviti deve aspettarsi una meritata dose di mazzate.

“Abbiamo dimostrato – ha dichiarato Alexeyev - la cosa più importante in questo show tv e cioè tutta l'ipocrisia dei nostri rappresentanti in Parlamento. Hanno relazioni sessuali di tutti i tipi, comprese quelle omosessuali ma in pubblico fanno di tutto per accreditarsi come moralizzatori del paese, prendendo di mira gay e lesbiche. Sono pronto a dimostrare in ogni tribunale la veridicità di quello che affermo”.

Un dubbio, analizzando questa nuova tattica politica, mi è venuto. Rendendo noto le preferenze sessuali del potente di turno, si riuscirà ad ottenere effettivamente qualcosa? Personalmente, credo di No.

Via | gay.tv

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: