Turchia: polizia aggredisce clienti GLBTQ

Mi dispiace denunciarlo, specie in questa sede, ma un altro luogo comune si sta diffondendo. L’omosessualità di alcuni di noi si presenterebbe solo in alcune giornate durante l’anno; non ci è concesso essere gay tutti i giorni (o today come suggeriscono un gruppo di amici).

Gli omofobi, quelli che non vengono picchiati dai gay, si accorgono che esistiamo solo in prossimità di un Pride. È successo sia a Roma che ad Istambul.

Secondo quanto pubblicato dal sito tetu.com, successivamente ripresa da lamanicatagliata.com, un gruppo di poliziotti ha aggredito i clienti di un locale notturno GLBTQ lo scorso 17 giugno. Ufficialmente la visita è stata effettuata per controllare le licenze.

Il prossimo 1° luglio ci sarà i Gay Pride d’Istanbul. Per quella data diverse organizzazioni omosessuali stanno allettando più persone possibili per denunciare, insieme, gli abusi subiti.

  • shares
  • Mail