Matrimonio gay salvo in Massachusetts



Niente da fare per gli attivisti anti-gay in Massachusetts. Il Parlamento dello stato americano, l'unico per ora in cui sia previsto il matrimonio vero e proprio fra persone dello stesso sesso, ha respinto con 151 no contro 45 sì la proposta di modificare la Costituzione, scrivendo che il matrimonio è solo l'unione fra un uomo e una donna.

La sconfitta della proposta era ovvia, ma è importante l'ampiezza dei No. Se infatti i sì fossero stati almeno 50 sarebbe stato possibile un referendum popolare per chiedere agli abitanti se introdurre o no questa modifica che avrebbe abolito le nozze gay. I parlamentari invece hanno preferito non affidare agli umori della maggioranza i diritti di una minoranza per evitare uno scontro che avrebbe diviso troppo il paese.

Gli omofobi adesso non potranno tornare all'attacco prima del 2012. E fino ad allora si saranno sposate tante persone dello stesso sesso, dimostrando che l'istituzione del matrimonio non è affatto minacciata dall'estensione anche a gay e lesbiche. Così come il matrimonio non è finito quando anche bianchi e neri si sono potuti sposare fra loro.

  • shares
  • Mail