L'Uefa condanna l'omofobia

Nel mondo del calcio non è concesso essere omofobi. Lo ha ricordato l'Uefa, l'organizzazione che gestisce il calcio in Europa.

Ne ha fatto le spese Otto Baric, il commissario tecnico di origini austriaco-croate che siede sulla panchina dell'Albania. "Nella mia squadra - aveva detto l'allenatore in un'intervista a un quotidiano - non potrei mai accettare di avere un gay, perché si tratta di gente debole di costituzione e che si lamenta spesso".

Risultato: una multa di cinquemila euro. Ancora poco, ma siamo sulla buona strada.

  • shares
  • Mail