Manifesti contro il Pride: sui muri di Roma anche Militia Christi


Mentre le scritte omofobe e ingiuriose dei manifesti abusivi di Forza Nuova che hanno imbrattato via Merulana sono state efficientemente rimosse dalle squadre del decoro urbano di Roma, ecco che un'altra ciurma di invasati ha disseminato tracce di intolleranza isterica sui muri della Capitale, dove domani, a partire dalle ore 16, sfileranno i 40 carri della grande manifestazione nazionale dell'orgoglio lesbico, gay, bisessuale, transgender e queer.

Si tratta di quei repressi dei militanti di Militia Christi, che si sentono evidentemente i protagonisti di una qualche crociata di dubbio gusto demodè. Sono un centinaio i manifesti (abusivi anche questi, manco a dirlo) comparsi in via Labicana, Manzoni, Emanuele Filiberto e a piazza San Giovanni, tappa conclusiva del corteo arcobaleno.

Gli 'unti del Signore' annunciano per domani un sit-in di protesta indetto dal consigliere del I municipio Augusto Caratelli e dal comitato Roma Caput Mundi e hanno dichiarato in un comunicato stampa di voler

ribadire la propria radicale contrarietà a ogni forma di rapporto che contraddica la dignitàdell'uomo e il valore non negoziabile della famiglia.

(la foto, scattata dall'autore del post, si riferisce a un manifesto di Militia Christi affisso in occasione del gay pride di Roma del 2005)

Via | ansa

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina: