Padre picchia il figlio perché gay

Vittima, ormai, di Norah (Walker, protagonista di "Brothers and Sisters") cito le sue perle appena ne trovo l’occasione. In uno degli ultimi episodi una delle mie sessantenni preferite ha sottolineato il ruolo dei figli nella vita di una persona.
I figli, secondo Norah, vengono dati in prestito affinché crescano bene; ad un certo punto però, come i doni più preziosi, devono essere restituiti. Concetto tanto vero quanto, evidentemente, non concretizzato dal quel padre che a Roma ha bastonato il figlio diciottenne perché gay. L’uomo (anche se avrei una lunga serie di epiteti da sfoggiare per descriverlo meglio) successivamente ha contattato uno psicologo per capire cosa si potesse fare per guarire il giovane, pronto ora a rivolgersi alle autorità per denunciarlo.

Qualcuno sostiene che la violenza sia l’ultimo rifugio degli incapaci. Come dargli torto.

Via | gay.tv

  • shares
  • Mail