I gay di Lecco si chiamano Renzo e Lucio

Nuovi compagni e bloggers rainbow all'orizzonte. E' nato da pochi giorni, infatti, un nuovo gruppo gay formato da ragazzi/e di Lecco, figlio dell'esigenza di emergere dalla vita di provincia e di creare un raccordo con il resto dell'Italia. Un team che fa politica, organizza eventi ed è anche impreziosito da un blog (il che non guasta mai) in cui si legge:

Vogliamo essere presenti per difendere visibilmente ed insieme i nostri diritti e per dare la possibilità di incontro, riflessione e svago a chi è come noi. Siamo consapevoli che nel nostro territorio, troppo provinciale, per qualcuno è ancora forte il rischio della solitudine e dell'isolamento e vorremmo assere utili per far sì che le cose cambino.

Il blog e il gruppo hanno un nome molto divertente "Renzo e Lucio". Sono proprio loro a spiegarne il perché:

Abbiamo deciso di chiamare così questo gruppo riprendendo i nomi della coppia più famosa del nostro terrritorio Renzo e Lucia, ma mettendo due nomi maschili. Sono passati tanti anni dai promessi sposi ma c'è sempre qualche Don Rodrigo che si oppone all'amore ed ai sentimenti di altri, ci sono sempre i Bravi, gli scagnozzi del potere, che ancora dicono (si potrebbe dire dico-no) che "questo matrimonio non sa da fare", e c'è sempre qualche Don Abbondio, che utilizza il potere che qualcuno attribuisce a Dio, non per legare ma per dividere, non per stare dalla parte dei perseguitati ma dalla parte dei persecutori.

E come ogni buon esordio che si rispetti, puntuale arriva anche la polemica. Del nome dell'associazione si sono occupati anche sul quotidiano "La provincia di Lecco", per voce di Angela Fortino, assessore ai servizi sociali di Lecco, che ha polemizzato chiaramente sul cattivo gusto di scomodare sua santità Manzoni, oltre che dichiararsi "impressionata" dalla necessità di questi gay di aggregarsi. Leggete le repliche e i messaggi di solidarietà anche del movimento glbt, oltre che il comunicato inviato dall'associazione al quotidiano che però non l'hai mai pubblicato. Renzo e Lucio chiedono aiuto per attuare una forma di protesta e di pressione nei confronti del quotidiano locale. Basta copiare dal blog il comunicato (messaggio n13) e inviarlo intitolandolo "DIRITTO DI REPLICA" agli indirizzi di posta elettronica riportati sul blog.

Il gruppo, mi pare, prometta bene. La famiglia cresce. Benvenuti ragazzi e buon lavoro. Ci vediamo al Pride di Roma.

  • shares
  • Mail