Gli omosessuali devono diventare atei?

È innegabile una certa ingerenza da parte della autorità ecclesiastiche nella vita dei cittadini, laici, italiani. La vera colpa di questa spiacevole situazione è però delle autorità politiche che dovrebbero garantire una totale separazione tra l’attuale potere dei prelati e quello che pensano ancora di avere. Non ritorno su un argomento ampiamente analizzato su questo sito, semplicemente, perché mi faceva piacere farlo. Ritorno sul luogo del delitto (la polizia, si dice, stia indagando per capire chi abbia nascosto il disegno di legge sui Di.Co) dopo aver letto una lettera inviata da un omosessuale, quarantenne, al direttore di Famiglia Cristiana (per leggere la domanda del lettore e la relativa risposta, cliccate qui).
Riportandovi uno stralcio della teoria snocciolata da Antonio Sciortino, direttore della rivista, voglio capire se gli omosessuali devono, a causa del proprio orientamento sessuale, diventare atei.

“In linea generale – scrive il direttore di Famiglia Cristiana - l’atteggiamento verso le persone omosessuali potrebbe essere così compendiato: a) proporre la realizzazione umana e cristiana attraverso l’accettazione della propria condizione omosessuale, qualora risulti irreversibile; b) incoraggiare le amicizie tra persone omosessuali e offrire un’argomentazione morale convincente perché rimangano entro l’ambito dell’amicizia; c) mostrare l’ideale del legame sociale e del servizio all’umanità; d) comprendersi e realizzare la condizione omosessuale nella visione del Dio che, in Gesù di Nazaret, si è manifestato come amore e liberazione.
In altre parole, la persona omosessuale (ma anche quella eterosessuale) può e deve formarsi a vivere una soddisfacente vita di relazione. In questa prospettiva occorre offrire occasioni di incontri dove sia possibile fraternizzare, sostenersi nelle difficoltà ordinarie della vita, difendere i propri diritti, e aiutarsi nel cammino della fede”.

Foto | l’immagine utilizzata è un quadro di Rembrandt che spiega la parabola del figlio prodigo.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: