Israele: primo sì alla legge contro i gay pride

Come avrete notato spesso in questi giorni lanciamo allarmi, documentavi anche sul proseguo delle vicenda. L’inutilità di certe notizie consiste, forse, nell’assenza di sviluppi.

Tutto inizia quando, per vietare il Gay Pride a Gerusalemme, un gruppo di parlamentari decidono di presentare una legge che vieti un certo tipo di manifestazioni. Il progetto, che sembrava all’inizio essere solo una provocazione, è stato talmente portato avanti da spingere un gruppo di omosessuali a costituire un partito: il Maggy.

A nulla sono servite le proteste di gay e lesbiche; con 4 voti a favore e 3 contrari la commissione Ministeriale ha accettato il progetto di legge che vieta alla comunità GLBTQ di Gerusalemme di esibire la propria diversità.

In attesa di ulteriori sviluppi (possibilmente più favorevoli), forse è bene meditare su una citazione trovata su wikiquote.org.

“L'orgoglio è la virtù dell'infelice” (F. A. R., visconte di Chateaubriand)

Via | Aki

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: