"Signorine" sulla scena del Garofano Verde


La rassegna "Garofano Verde. Scenari di teatro omosessuale" è al via. Sul palcoscenico del Teatro Belli di Roma (piazza di Santa Apollonia 11/a) debutta lo spettacolo "Signorine", per la regia e la coreografia di Virgilio Sieni, maestro dell'introspezione dinamica. In scena Simona Bertozzi e Ramona Caia. Il testo è tratto da "Respiro" dell'irlandese Samuel Beckett.

La danza assume un rilievo importante nell'ambito del cartellone della manifestazione, che dedica ben tre appuntamenti al "linguaggio fisiologico" e alla "poetica motoria", secondo la definizione che dà il curatore della rassegna, Rodolfo di Giammarco.

L'appuntamento è a due passi da Santa Maria in Trastevere alle 21,15. I biglietti vanno dai 12 ai 9 euro.

Qui di seguito una presentazione dello spettacolo scritta dal regista Virgilio Sieni:

Sbagliare, sbagliare meglio, sbagliare ancora. Le signorine si esibiscono in esercizi fisici, in tentativi di raccontarsi che sembrano misurare il tempo: la loro giornata è in effetti un lasciarsi andare alla durata. Si rappresentano e sono loro stesse, maschere l’una dell’altra, sempre predisposte a perdersi; scrivono un testo muto di insperata vicinanza, raccontandosi chiuse in una stanza, sopraffatte dai loro giochi. Solo il corpo silenzioso, disposto al monologo fisico ci rimanda ad un’infinità di figure che scopriamo essere un vocabolario di sopravvivenza. Come se tutto si raggrumasse in un respiro, queste figure lasciano orme nel vuoto, e le donne rimangono sgomente rispetto a ciò che hanno perduto, al gesto andato: esse si dedicano ora follemente e con passione alla dinamica e alla trasmissione di un gesto nell’altro come atto politico e di democrazia, con leggerezza. Il lavoro si ispira al testo teatrale di Samuel Beckett Respiro.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: