Il nuovo libro di Francesco Gnerre

Del Gay Pride Nazionale e Unitario di Roma del 16 giugno ve ne stiamo parlando da tempo. Ma il Gay Pride non è solo la parata - che è comunque la sintesi finale di tutti gli obiettivi, l'evento più importante e significativo e l'occasione di visibilità mediatica più forte - ma Gay Pride è anche una serie di appuntamenti che coprono anche più di una settimana. Eventi a tutto tondo che riguardano da vicino tutta la comunità glbt.

Il primo appuntamento già si preannuncia segnale di un buon inizio. Alle 18 tutti al Caffè Letterario di via Ostiense 81 per la presentazione del libro "Noi e gli altri. Riflessione sullo scrivere gay" di Francesco Gnerre e Gian Pietro Leonardi, edito dalla casa editroce a tematica Il Dito e La Luna. Insieme agli autori interverranno altri esponenti della cultura del mondo glbt: Matteo B. Bianchi, Ivan Cotroneo, Tommaso Giartosio e Raul Mordenti.

Cosa intendiamo per letteratura gay. Quanto ha contribuito la letteratura degli ultimi anni al processo rivendicativo e di acquisizione di dignità delle persone gay e lesbiche. Quanto è importante il vissuto di uno scrittore nella lettura della sua opera. Come e perché si può parlare di una "via italiana" alla rappresentazione gay. E infine: viviamo davvero in una dimensione culturale "post-gay"? Di questi temi e del senso della scrittura letteraria gli autori discutono con gli scrittori contemporanei che in vari modi si sono confrontati con l'immaginazione e con la realtà gay.

E se il buongiorno si vede dal mattino, sarà un buon gay pride. E adesso, se siete a Roma, uscite di casa e andate al Caffè letterario. Che il pride abbia inizio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: