Censure alla libertà di manifestare? Putin: "Sciocchezze"

"Sciocchezze", risponde il presidente russo a un giornalista del Corriere della Sera che in un'intervista gli chiede ragione del comportamento repressivo del suo governo nei confronti delle manifestazioni. Putin ha precisato:

Altrove vengono usati i gas, le scariche elettriche, i proiettili di gomma. Perché dobbiamo essere sempre noi i più cattivi, perché tanto scandalo?

Certo, in ballo ci sono questioni di primo piano in ambito di politica internazionale, come il rapporto con gli Usa, missili sull'Europa, G8 e elezioni. Ma noi non possiamo non pensare al no del sindaco di Mosca al Gay Pride. E all'aggressione ai danni di una delegazione di europarlamentari e parlamentari di vari stati europei da parte di integralisti ortodossi. Tra le vittime c'erano anche gli italiani Vladimir Luxuria e Marco Cappato. Tutti i giornali hanno riferito di come la polizia parteggiasse per gli aggressori... Ma sono solo "sciocchezze", per dirla con Putin.

  • shares
  • Mail