L’almanacco queer della settimana dall'11 al 17 maggio 2015

Wladziu Valentino Liberace

Continuiamo a segnalare alcuni eventi accaduti nel corso degli anni: con questo nostro almanacco queer, infatti, desideriamo far sì che la storia del movimento (intesa in senso lato) venga conosciuta, almeno per sommi capi, perché le radici sono importati. Soffermiamoci, dunque, sui principali avvenimenti queer della settimana dall’11 al 17 maggio.


  • 11 maggio 1849: Muore a Parigi Juliette Récamier, la più bella donna dell'Ottocento, amante della scrittrice Germaine Necker (Madame de Staël).

  • 12 maggio 1933: Nasce il cantautore Umberto Bindi, rimane uno dei più grandi e raffinati talenti della musica italiana, emarginato per la sua omosessualità.

  • 13 maggio 1993: Rome Gay News pubblica la prima inchiesta sulla lettura dei quotidiani da parte dei gay della capitale.

  • 14 maggio 1868: Nasce a Kolberg il sessuologo tedesco Magnus Hirschfeld, che fonderà la prima associazione omosessuale della storia, il Comitato Scientifico Umanitario, nel 1897, a Berlino.

  • 15 maggio 1982: Manifestazione del movimento gay a carattere nazionale. Il giorno dopo, il Sindaco di Roma, Ugo Vetere, rinnova la promessa di dare una sede alla comunità della capitale.

  • 16 maggio 1919: A West Allis, Wisconsin, nasce il pianista Wladziu Valentino Liberace - in foto –, famoso per gli abiti sfavillanti, i pianoforti bianchi, e i candelabri sfarzosi. Morirà di aids il 4 febbraio 1987.

  • 17 maggio 1919: A Montour, Iowa, nasce lo scrittore Merle Miller. Nel 1971 un suo documento (Essere Omosessuale), causò grande scalpore ed emozione. Morirà il 10 giugno 1986.

Via | Gay Day

  • shares
  • Mail