La prima volta che fu usata la parola “omosessuale”: l'almanacco queer della settimana

Era il 6 maggio 1868 quando venne usata la prima volta la parola “omosessuale”: uno sguardo ai principali avvenimenti queer della storia che cadono in questa settimana

Arcobaleno rainbow

Una settimana piena di ricordi dal punto di vista queer quella che va dal 4 al 10 maggio. Basti pensare che oggi, 4 maggio, avrebbe compiuto 57 anni Keith Haring e il 6 maggio 1868 venne usata per la prima volta la parola “omosessuale”. Vediamo alcuni di questi eventi, allora:


  • 4 maggio 1958: nasce Keith Haring, il più famoso autore di graffiti del mondo. Morirà il 16 febbraio 1990, a New York.

  • 5 maggio 1473: Marsilio Ficino scrive al giovane Giovanni Cavalcanti: “Sono legato a te dall'amore. Vorrei che tu fossi mio”.

  • 6 maggio 1868: Kàroly Mària Kertbeny scrive una lettera a Karl Heinrich Ulrichs in cui, per la prima volta, usa un suo neologismo: “omosessuale”.

  • 8 maggio 1990: Paul Barresi, maestro di fitness, rilascia un'intervista al National Enquirer confessando di aver avuto una storia lunga due anni con l'attore John Travolta.

  • 9 maggio 1860: a Kirriemuir nasce lo scozzese James (Matthew) Barrie, che non avrebbe mai scritto Peter Pan (1904), se non avesse incontrato e amato il giovane George Davies. Il suo matrimonio con un'attrice finirà con un divorzio e con l'accusa (rivelatoria), di non aver mai consumato le nozze.

  • 10 maggio 1976: l leader del Partito Liberale inglese, Jeremy Thorpe, è costretto alle dimissioni dopo che la sua relazione con il modello Norman Scott viene alla luce.

Via | Fondazione Massimo Consoli

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail